18 ottobre 2015

American Horror Story - Hotel [heavy]

Diamo inizio all'angolo delle serie tv con una delle mie preferite. Se non sapete di cosa parlo, avete due vie: chiedete e vi sarà detto, oppure chiedete a Google che forse ne sa anche più di me.

WARNING: sul mio blog sono ammessi spoilerZ. Lo dichiaro subito per non sentirmi dare della stronza dopo.

Dovete sapere che la primissima volta in cui ho sentito nominare AHS risale più o meno a seconda stagione terminata, quindi maggio 2013. Una persona che seguiva lo show assiduamente ha cominciato a parlarmene, anche se con scarsi risultati. Essendo io una gran fifona con la passione per gli sbudellamenti in stile The Walking Dead (per usare riferimenti odierni - sempre sia lodato Greg Nicotero il Maestro) sembrava anche logico mettermi ansia con frasi tipo: "Sì beh, sangue, budella, horror...ma non è quello, è la cosa psicologica che spaventa un po'. Ma vedila, mica non ci dormi la notte."
E fu così che una sera, nella solitudine delle mie catacombe, con la luce rossa da serial killer che tanto amavo accendere ai tempi di Dexter, mi dissi "Ok, pilot."
Come ci insegnano i migliori film horror, nonché le capre di PLL, non c'è metodo migliore di questo per creare il cosiddetto panico fai da te. Credo mancassero solo i popcorn.
Tempo mezza giornata e ho divorato la prima stagione. Il bis c'è stato solo con Helix, ma ne parliamo altrove semmai.

Grazie Google e Tumblr per queste chicche e anche per quelle future.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate

10