18 ottobre 2015

American Horror Story - Hotel [heavy]

Diamo inizio all'angolo delle serie tv con una delle mie preferite. Se non sapete di cosa parlo, avete due vie: chiedete e vi sarà detto, oppure chiedete a Google che forse ne sa anche più di me.

WARNING: sul mio blog sono ammessi spoilerZ. Lo dichiaro subito per non sentirmi dare della stronza dopo.

Dovete sapere che la primissima volta in cui ho sentito nominare AHS risale più o meno a seconda stagione terminata, quindi maggio 2013. Una persona che seguiva lo show assiduamente ha cominciato a parlarmene, anche se con scarsi risultati. Essendo io una gran fifona con la passione per gli sbudellamenti in stile The Walking Dead (per usare riferimenti odierni - sempre sia lodato Greg Nicotero il Maestro) sembrava anche logico mettermi ansia con frasi tipo: "Sì beh, sangue, budella, horror...ma non è quello, è la cosa psicologica che spaventa un po'. Ma vedila, mica non ci dormi la notte."
E fu così che una sera, nella solitudine delle mie catacombe, con la luce rossa da serial killer che tanto amavo accendere ai tempi di Dexter, mi dissi "Ok, pilot."
Come ci insegnano i migliori film horror, nonché le capre di PLL, non c'è metodo migliore di questo per creare il cosiddetto panico fai da te. Credo mancassero solo i popcorn.
Tempo mezza giornata e ho divorato la prima stagione. Il bis c'è stato solo con Helix, ma ne parliamo altrove semmai.

Grazie Google e Tumblr per queste chicche e anche per quelle future.
È stato l'inizio di un grande amore che resiste e persiste tutt'ora.
Continuo a non comprendere chi non ha apprezzato le stagioni precedenti per motivi più o meno futili, dal "non succede mai nulla" al "c'è un plot hole", perchè nel primo caso mi verrebbe da dire che come in TWD se uno non capisce/non analizza fino allo sfinimento le dinamiche dei personaggi è un altro discorso...e nel secondo caso mi verrebbe da chiedere dove. E se anche fosse, io non l'ho trovato rilevante ai fini delle storie.

Io quando parlano male delle mie serie tv preferite. Se dovete nominare LOST fatelo a vostro rischio e pericolo.

Riassumendo il Mikipensiero riguardo le scorse stagioni:


  • Cast a mio avviso sempre ottimo e azzeccato. Bellissimo vedere come lo stesso attore riesca a calarsi ogni volta in una parte diversa sia per via del personaggio interpretato che per la trama proposta. Non serve dire che la Lange* è divina, vero? Si sente la sua mancanza in Hotel, ma eravamo pronti. Più o meno. 
  • Le storie di base non sono questa grande innovazione, nel senso che alcune tematiche tendono a ripetersi. Ciò che innalza il livello dello show è la caratterizzazione dei personaggi. Repetita iuvant.
  • Il fatto che ogni stagione sia a sé mi è sempre piaciuto. Normalmente uno inizia dal primo episodio della prima stagione e prosegue, anche se in tempi non sospetti ho tentato la via del "mi manca questo e quell'episodio, chissene!" con Californication - per fortuna mi hanno frenata e hanno fatto benissimo. Nel caso di AHS, invece, posso permettermi di dire "no ma puoi anche iniziare dalla terza stagione e poi vedere la prima, tanto sono sconnesse!" che nel mondo dei serialmente dipendenti come me credo sia una mezza bestemmia. Una roba che nella vita di tutti i giorni non diresti mai per evitare che altri tuoi simili ti additino come traditore supremo. *respira*

*Chissà se un giorno questa donna si romperà le palle di sentire il suo cognome pronunciato male...


Vorrei premettere un altro paio di cose, per pararmi un po' le chiappe ed evitare possibili disguidi. 
Non ho studiato al DAMS, non sono un'esperta, non lavoro per testate giornalistiche di alcun genere - purtroppo, non sono una professionista...continuo?
Tutto ciò che scrivo è frutto della mia immaginazione di anni trascorsi a seguire questo o quel telefilm in qualità di semplice appassionata.
Se a livello tecnico dico qualche castroneria, è bene farmelo notare. Se non siete d'accordo con il mio parere, pure. Il tutto utilizzando il garbo e l'educazione che ci contraddistinguono qua dentro, tenuto presente che il mio è sarcasmo e l'intenzione non è MAI quella di offendere qualcuno.

Voi dopo il suddetto pippone.


Bene, torniamo a Hotel.
All'alba del secondo episodio posso dire che mi prende a sufficienza, ma aspetto il finale per eventuali lamentele.
Onestamente la scelta di inserire Gaga fra i personaggi principali non mi entusiasmava granché. Non la tollero molto e non capisco il suo senso dello stile...e per questo verrò bruciata al rogo come le streghe di Salem. Bisogna ammettere, però, che la signorina veste bene i panni della pazza fulminata.
Scontato dire che ci sono stati adattamenti dovuti al/pensati per il suo ingresso: guanti sbrilluccicosi e osceni, grandi sfilate in mezzo ai povery, e così via. Gaga style. Tutto sommato non mi dispiace, credevo assai peggio.

Non vi piace Gaga? Fa nulla, al suo fianco appare Bomer.  

La mia faccia quando ho visto il bloodbath del primo episodio. Ovviamente ho usato Schmidt perchè fa parte del nuovo cast.

Come dicevo, la trama non è innovativa. A parte i classici riferimenti a Shining, leggevo che ci sono altre chicche sparse qua e là nel corso soprattutto del primo episodio.

Insomma il Cortez, alberghetto di Los Angeles, è fichissimo, simmetrico - per la gioia dei fanZ di Soul Eater e inquietante. Una volta varcata la porta, magicamente si perdono la logica del tempo e dello spazio. Non so a voi, ma a me già mette ansia vedere i personaggi che si perdono dei corridoi.

Le prime malcapitate sono due turiste svedesi di cui non ho mai imparato i nomi. 
Sappiamo che i drogati hanno vita breve in questo posto. Dalle svedesi senza nome al povero Donovan (Bomer), figlio di Iris (Bates), che muore di overdose in una delle stanze a inizio anni 90.
Muore per modo di dire, dal momento che un'apparentemente atipica vampira, Gaga/Countess, lo riporta in vita.
Ma sti vampiri, alla luce della 5x02, non dovevano lasciar perdere i drogati? O ricordo male? Maledizione, necessito di rewatch compulsivo.

Un altro che sfida la sorte è Schmidt, ehm, Gabriel. Biondo, brutto, impellicciato e con l'aria spocchiosa. 
Credo che a lui tocchi una delle sorti peggiori: nel momento in cui si ritrova davanti Sally, ecco che appare il demone inchiappettatore (Addiction Demon l'hanno chiamato) che lo stupra senza se e senza ma. Il Punisher de noartri. 

Notare l'arnese. 

Sally è l'ex pusher di Donovan, drogata pure lei, spinta giù da una finestra dell'Hotel dopo che Iris trova il figlio morto. E com'è possibile, direte voi, che questa sia ancora viva!?
Non lo è. Credo sia stato confermato che trattasi di un tema ricorrente a noi noto: su AHS resti intrappolato a vita nel posto in cui muori. Così impari. 
La vera domanda è: chi è il demone?? 

Sally

Altro personaggio interessante è CleopatraPiselloneLiz, che pare avere uno stretto rapporto di amicizia con Iris e Sally.
Pisellone è un inside joke che capirà un'amica quando leggerà il post. Ciao Sis.  

In Hotel i telefoni non prendono, quindi sicuramente non hanno YT e non possono vedere tutorial di trucco. Nota: sì, quella occhialuta è Naomi panterona che ultimamente compare ovunque (vedi Empire)

Chiaramente nell'eccesso di AHS Hotel non poteva mancare una gran quantità di gnocco. Eh scusate, va bene i vampiri, va bene i bambini inquietanti, va bene il sangue, ma l'occhio vuole la sua parte.

Simpatici bambini inquietanti di cui sopra. Presa da AHS ufficiale su Twitter.

La parte che vuole vedere il mio occhio non è tanto Tristan, ex Dandy, che è un modello cocainomane con manie di grandezza che andrà a sostituire Donovan. No.

Io preferivo Dandy...

E non è nemmeno il nuovo proprietario del Cortez. No.

So fico, so bello, so fotomodello. 

È il detective. Cioè quello che su Freak Show interpretava il tizio con due facce.
Scusate.

CENSURA. 

Pure questo ha una storia complicata: due figli, il piccolo viene misteriosamente rapito e lo ritroviamo in mezzo ai bambini inquietanti di prima. Vorrei sottolineare che sti ragazzini passano le giornate a fare trasfusioni, mangiare caramelle e soprattutto giocare a Space Invaders. Ricordi, vecchiezza, nostalgia. *sigh*

Mi sa che Holden prima o poi vi squarcia tutti. 

Ultimo ma non per importanza: Evan Peters aka Mr. March.
Anch'egli fa parte del circolo dei Ficoni, naturalmente.
Abbiamo scoperto nel secondo episodio che il Sig. March è colui il quale ha messo in piedi il Cortez. Abbiamo appreso anche che la cameriera della 5x01 altri non è che l'innamorata, a quanto pare non corrisposta, di March. Talmente fedele al suo "padrone" che lo segue in tutto e per tutto, senza mai contraddirlo. Fino alla morte, letteralmente. Una scenetta meravigliosa, sono riusciti a farmi ridere pure lì.

Io quando mi dicono che TWD e LOST sono due delle serie peggiori mai viste

Mr. March è lo psicolabile della quinta stagione, con le sue manie omicide e pure un po' necrofile. 
Parla con accento tipico dell'America di non ricordo quale costa, inizio anni 20 se non erro. Non mi fa impazzire, come non mi faceva impazzire l'accento della donna barbuta l'anno scorso, ma tant'è. Si sa che io sono a favore del terrone statunitense e del british (quello comprensibile, non quello che I FOCKIN LUV YA)
Gira voce che essendo Evan (che si dice EVAN e non IVAN) cresciuto e maturato, fosse giunta l'ora di fargli interpretare un personaggio più complesso e sfaccettato. E pure più stronzo. Quindi fanZ di Violet&Tate forevah, prepariamoci.


Per oggi concludo qui. 
Sappiate che siccome con l'età che avanza divento logorroica e siccome gli argomenti mi piacciono parecchio, i post seriali saranno sempre mediamente lunghi. 
Secondo voi perchè Gaga/Countess è l'unica biondona insieme ai bambini inquietanti? E soprattutto...in quante ora si cimenteranno in "Gaga AHS make up look for Halloween" e simili?

Nel dubbio vi lascio non uno ma ben TRE tutorial di Lex, una giovine americana molto talentuosa che per quanto mi riguarda è pure molto bella, molto simpatica, e si merita il decuplo delle visualizzazioni che già ha. Alla faccia di tante "guru" che finiscono di tirarsela e poi non sanno manco usare gli articoli determinativi. 
E no, non mi ha pagata per questo, non sa nemmeno che esisto. 





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate

10