15 agosto 2013

Siamo Serie: di Serie TV e di altre Serie poco Serie...Seriamente. [S-T]

Ciao caVe :3
Credo che con questo giungeremo QUASI al termine della serie di post da malata mentale poco stabile quale io sono :D Dopodichè vi avviso che fra una recensione e l'altra comparirà roba di Firmoo. (roba...articoli)

Come sempre lascio in bella vista i link alle chiacchiere precedenti, per fare un po' di #autospam, e poi inizio.

http://mywarpaint.blogspot.it/2013/08/siamo-serie-di-serie-tv-e-di-altre.html
http://mywarpaint.blogspot.it/2013/08/siamo-serie-di-serie-tv-e-di-altre_1.html
http://mywarpaint.blogspot.it/2013/08/siamo-serie-di-serie-tv-e-di-altre_2.html
http://mywarpaint.blogspot.it/2013/08/siamo-serie-di-serie-tv-e-di-altre_7.html


Suburgatory: se non l'avete visto, vi banno dal mondo! E' una di quelle serie frivole al 90% che fanno passare bei quarti d'ora. Il restante 10% è peso, invece :D
Praticamente lei, Tessa, una ragazzina dai capelli rossi bellissima e di NY, si trasferisce insieme al padre (George, allarme #topo) in quel di Chatswin (che è un luogo fittizio, non cercatelo :D). E fin qua. I problemi nascono quando i due si rendono conto di essere fondamentalmente capitati in una città popolata da dementi senza cervello xD Diciamo che si incontrano i classici stereotipi del riccone che si sposa la biondona rifatta con la figlia che probabilmente già a 4 anni indossava i tacchi, ecc.
Il bello sta nel vedere come Tessa e Georgino si integreranno in questa nuova realtà, cosa che io non so se saprei fare...mi sa che chiamerebbero il CIM quasi immediatamente!
Nota a parte: quest'anno in particolare vanno UNA CIFRA le chiome rosse. Sono un po' invidiosa.

Suits: boh. Lo vedrò, com'è?

Supernatural: chi, CHI non conosce le vicende dei fratelli Winchester!? Palesatevi se avete coraggio! :D Serie da vedere, con obbligo proprio, fino alla quinta stagione inclusa. Dopodichè succede il dramma. Kripke caro, perchè ci hai abbandonati!? Cosa ti abbiamo fatto di male noi poveri fanZ? :[
Io sono andata avanti per inerzia, perchè il ragionamento di fondo è: il finale di quinta stagione poteva essere un gran finale, nonostante non rispondesse a tutte le domande che io mi ponevo da tempo. Però mi sono troppo affezionata alla serie per mollarla, mi piace vedere il team Dean-Sam-Cas al completo (non solo per il fattore #gnocco eh) e quindi prendo quel che viene, bello o brutto che sia. Dalla sesta all'ottava stagione diciamo che non mi sono entusiasmata come facevo prima...però vabbè...
Non spendo altre parole perchè, come è successo con LOST e Sparty, questa serie mi tocca parecchio e meriterebbe uno o più post dedicati. Io la consiglio e soprattutto, come per le altre due, dico che vanno capiti bene i personaggi, le dinamiche, altrimenti si rischia di ridurre tutto a una storia banale che SPN non è. :D
Ovviamente tutti sapranno che Sam/Jared era Dean su Gilmore Girls. Che Jensen/Dean era Alec su Dark Angel. Che la moglie di Jared ha interpretato Ruby su SPN. Che il tipo che fa Bobby stava anche su Dexter. Che Misha Collins era anche su Nip/Tuck. (continuo? xD)

The 4400: me la consigliarono, tempo fa...che faccio?

The Borgias: iniziata, mai portata avanti maaaa conto di farcela!

The Bridge: mi sono imbattuta in questa nuova serie pochissimi giorni fa. La stanno mandando in onda, è proprio fresca fresca (e ho appena scoperto che si basa sull'omonima serie danese, che evidentemente faceva cagare :D).
Tutto comincia quando viene trovato il corpo di una tizia, segato a metà, su questo ponte, al confine fra Messico e USA. La conclusione è che ci si litiga lo svolgimento delle indagini, finchè i detective Sonya Cross (americana, duhhh) e Marco Ruiz (indovinate di dove sarà :D) vengono incaricati di seguirle insieme. Lei è traumatizzata a vita dalla morte della sorella, avvenuta che aveva (Sonya) solo 15 anni per colpa di un pazzo di cui non si sa ancora nulla. Si evince soltanto che alcuni comportamenti della ragazza (se non lo sapete è la fidanzata di Joshua/Peter/#gnocco/Fringe, cosa appresa l'altro ieri per caso) non quadrano, non sono tanto normali...
Marco, invece, è il classico uomo di famiglia che...no, spetta. E' uno con un gran cuore, buono, un bravo poliziotto anche...ma come marito lascia un po' a desiderare al momento :D E come padre mmmm nzomma. Però lo amo già incondizionatamente xD
Lo so che vi ho incuriosite ihih

The Closer: visto - reggetevi forte - in italiano, e per cui lasciato perdere dopo poco. Mi piaceva però!

The Event: in attesa di essere visto, anche se mi dicevano che a un certo punto arriva la delusione...

The Following: amanti delle storie di Poe, orecchie dritte please. Tornano i pazzi psicopatici che adoro. Anzi, in questo caso UN pazzo che basta per 10, soprattutto perchè #gnocco. Si chiama Joe Carroll, fa il docente universitario, ma in realtà è un serial killer. Sbattuto in prigione da tale Ryan (interpretato da Kevin Pancetta), un giorno riesce a scappare e inizia a perseguitarlo di brutto. Diciamo anche che Ryan si faceva sua moglie, per una serie di motivazioni, quindi ecco...è partito col piede sbagliato anche lui dai :D
Dicevamo...Non solo lo perseguita giocando a nascondino, ma intanto si crea una specie di esercito di pazzi sparsi un po' ovunque, che rigira come pedalini grazie ai suoi giochetti di psicologia inversa e che lo aiutano nelle sue missioni.
Siccome, come ho detto poco fa, Joe è un docente universitario (di letteratura), quando non deve pensare a come ammazzare #laggenteH e a come scappare dall'FBI o chi per esso, scrive. E scrive un libro che parla del suo amico R. che naturalmente alla fine muore :D #pensierifelici
Chiaramente ci sono intrecci e intrighi di cui non parlo, altrimenti non se ne esce più.
Per me la cosa interessante è proprio il rapporto conflittuale fra Joe e la sua nemesi, Ryan. I pochi momenti in cui interagiscono di persona sono to die for.

The Good Wife: lo inizio?

The Killing: prima o poi lo inizio.

The Listener: l'avevo iniziato e mollato nella convinzione, non so come mai, che lo sospendessero. Riprendo? :D

The Lost Room: una porta magica. Io non dico altro, anche perchè è talmente impestato che nonostante siano pochissimi episodi (stagione unica) mi viene davvero difficile dare una trama generica senza creare casini e soprattutto 100% spoiler free. Riconosco i miei limiti :P
Diciamo così: presente quei giochini tipo 100 Floors? Dove dovete capire come aprire la porta per passare al livello successivo? Ecco, vi intrippa il cervello così fino alla fine :D

The Mentalist: ho un problema, e anche bello sostanzioso. Amo Patrick (non è questo il punto) e mi sono goduta tutte e 4 le stagioni iniziali. Adesso però ne ho le balle piene e voglio sapere chi è Red John. Ma basta con questi tira e molla, con queste puntate filler che non servono a niente se non a far capire che Patrick è un genio assoluto, dai :D Già non mi andava giù che la rossa avesse le allucinazioni dopo aver ammazzato il fidanzato...ma qua peggioriamo. E cacchio.
Comunque sto dando per scontato che tutti sappiano di cosa parla la serie, come pure che tutti sappiano che Patrick è lo stesso che su Il Diavolo Veste Prada ci provava un sacco con lei. #gnocco

The River: me l'hanno consigliata tempo fa. Boh?

The Secret Circle: mi pare sia stata sospesa? Mi rinfrescate la memoria? Almeno decido se applicarmi :D

The Shield: il livello di viulenza e massacro è paragonabile a quello di OZ - e forse per questo le mandavano sempre una dietro l'altra in tv, anni fa. Qui ci becchiamo 7 stagioni, mi pare, di vicende che riguardano un poliziotto corrottissimo e la sua banda di amici e colleghi. La consiglio se piace il genere, altrimenti lasciate perdere.
Lui, Vic, è quello che fa il marito di Julie Benz su No Ordinary Family. Poi c'è un altro tipo famoso di cui non ricordo il nome (evviva i paradossi), un altro idem...insomma vabbè...passo oltre :D

The Sopranos: altra serie conclusa. Finale apprezzatissimo, che lì per lì ti lascia un po' come per dire "Ma che cazz......ah no, funziona! Ma...ma..???", e poi dopo qualche tempo lo capisci. O almeno ci provi a capire, perchè non tutti ce la fanno :D 
Tema principale: mafia.

La serie descrive la vita di Tony Sopranoboss della mafia italoamericana: la famiglia Soprano, i cui avi italiani sono originari di Avellino, vive nel New Jersey, vanta importanti contatti con le coschenewyorkesi e mantiene relazioni affaristiche con la camorra napoletana.Il boss è soggetto ad attacchi di panico che lo portano sul lettino di una psicoanalista, alla quale confida ben presto i suoi turbamenti legati alla famiglia, in particolare nel rapporto col terribile personaggio della madre Livia: i suoi guai però passano anche attraverso il complesso legame con la moglie Carmela (connivente ma estranea alle imprese criminali del marito), i figli adolescenti, lo zio (fratello del padre) che non lo considera come boss e lo contrasta in ogni modo. A questi problemi personali si aggiungono quelli "lavorativi", in cui Tony deve destreggiarsi fra l'FBI, traditori della sua stessa famiglia e boss in ascesa di famiglie rivali.

Grazie Wiki.

The Tudors: stessa fine che ha fatto The Borgias. Riprendo?

The Unit: so solo che ci sono i pompieri. Mai vista.



Manca solo un post! YAY xD
L'altro giorno (mi) chiedevo se aprire o meno un altro blog dedicato ai vaneggiamenti seriali...che dite? Così, tanto per non sporcare troppo il blog truccoso...non so...fatemi sapere se la cosa vi suscita qualche reazione xD

1 commento:

  1. Supernatural, The Borgias e The Tudors amo amo amo!!
    Ho visto anche The secret circle e mi dispiace che l'abbiano interrotto.
    Alfabeticamente parlando sto vedendo The White Queen che qui non c'è telefilm storico come The Tudors ma ambientato prima di Enrico VIII ossia prende tutto il periodo della guerra delle due rose.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate

10