25 febbraio 2010

KIKO - Smalti: prima review

Eh sì, come potevo non citare anche gli smalti!?
Quando li ho visti esposti per la prima volta non sapevo da dove cominciare! Ero indecisa tra mettermi le mani nei capelli o mettere le mani ovunque e comprare tutto il negozio...
Un mondo di colori bellissimi! E soprattutto, come sappiamo, a bassi costi! Non saranno smalti ai livelli delle famose OPI, o China Glaze, o Zoya, ok, ma sono dei signori smalti secondo me. Direi che se la cavano abbastanza bene! Specie adesso che sono nati nuovi colori.
Cominciamo con le informazioni generali: ogni boccetta costa esattamente 3,90 euro, tranne per le edizioni limitate che costano poco più; il contenuto è di 11ml. Facendo un paragone...se siete familiari con gli smaltini Sephora, Mavala, Pupa ecc. direi che c'è una bella differenza! Questi che ho citato contengono in media 5ml di prodotto e costano 5 euro circa. Come qualità...dipende: alcuni sono belli sia per il colore, che per la stesura, che per il fatto di asciugare in fretta e così via, quindi si può chiudere un occhio. Ma altri, e ne parlerò, non vale la pena prenderli avendo a disposizione quelli Kiko. Sempre il mio parere personale; ciò che funziona per me non è detto vada a genio a tutti, mi raccomando!
Sul sito sono venduti gli smalti più nuovi, riconoscibili da un paio di cose: la scritta sul flaconcino non è più nera, come in quelli vecchi, ma bianca e la numerazione non comincia con "1" ma con "2" e va in ordine progressivo.

22 febbraio 2010

ELF - di tutto un po' part 1

Ho deciso che per cambiare, per non essere monotona, è arrivato il momento di parlare di altre marche oltre Kiko...
La marca di cui voglio parlare si chiama Elf: EyesLipsFace. Prima che venga fatta la domanda...sì, potete acquistare solo online da http://eyeslipsface.co.uk, il sito inglese responsabile anche per noi qui in Italia. Esiste anche un sito corrispondente italiano ma serve solo da traduzione per chi non conosce la lingua, quindi dal sito italiano -almeno per adesso- NON è possibile effettuare acquisti.
Prima di passare alla descrizione dei prodotti, spiego un altro paio di cose generali. Intanto, come vedrete dallo store virtuale, esistono varie linee di prodotti: Base, Minerale e Studio. La cosa che salta all'occhio è che, specie per i prodotti della linea Base, le confezioni sono ridotte all'osso. Questo rientra nel pensiero della casa cosmetica, spiegata dettagliatamente nella sezione FAQ del sito (italiano o inglese). In sostanza ci fanno pagare solo il prodotto, non la confezione che lo abbellisce ma contemporaneamente alza il prezzo.
Si parte da un minimo di £1,50 in su, ma se non erro la cosa più costosa è il kit pennelli della linea Studio (£35), che insieme alla linea Minerale è leggermente più costosa del resto.
La spedizione avviene in due modi, uno più costoso e uno meno; ovviamente il primo metodo è anche il più sicuro in quanto arriverà una bella raccomandata ed eviteremo che disgraziatamente il pacco vada smarrito per ragioni occulte...
Potete sempre seguire la pagina Facebook, spesso lanciano delle promozioni al raggiungimento di una certa soglia di fans, a volte la spedizione gratis, a volte un prodotto in omaggio e così via. Approfitto per dire che anche Kiko da poco ha aperto una pagina su Facebook, oltre all'altra fondata dalle fans.
Sono tutti molto disponibili a risolvere problemi riguardanti gli ordini e rispondono a qualsiasi dubbio abbiate. Se vi serve una mano, non esistate a scrivere!

13 febbraio 2010

KIKO - Electric Town

Lo so...avevo detto che mi sarei trattenuta dal postare commenti e foto sulle varie collezioni perchè volevo prima dedicarmi al resto, ma è più forte di me!
Questa nuovissima collezione è favolosa!!!
Ammetto che mi ci sono lanciata, grazie al sito, subito perchè avevo già visto alcune cose interessanti sul web...e non mi sono pentita affatto!
Mi è sembrata una collezione dai toni più primaverili, ora che ci avviciniamo a marzo. O forse ho una gran fantasia! Fatto sta che tutti questi colori mi hanno travolta.
Le prime cose che saltano all'occhio credo siano le palette: ce ne sono ben SEI, tutte diverse. Sicuramente una vi colpirà più delle altre, la Harajuku Aquamarine, dal momento che è quella coi colori più vivi. Comprende quattro colori: un blu elettrico con riflessi viola, un colore "aquamarine", un bellissimo rosa e un beige chiaro. Tutti estremamente pigmentati e brillantissimi. Possono essere usati sia asciutti che bagnati per applicazioni più o meno leggere, per creare linee di eyeliner o per rendere i colori più metallici.
Ah! La confezione è specchiata, motivo per cui non sono riuscita a scattare foto decenti; col flash diventa tutto buio ovviamente, e senza flash la mia mano non è delle più stabili...
Nella prima foto la scatolina della palette insieme a quella del loose pearl.


8 febbraio 2010

KIKO - Double Touch, Pencil Lipgloss e Supergloss

Sempre in tema di labbra, un pensierino sui lipgloss ci voleva.
Premetto che finora non mi hanno mai dato nessun tipo di problema, anzi! Non appiccicano, i colori sono molto molto carini e sul sito secondo me abbastanza realistici, non hanno particolari profumazioni o sapori (come invece capita per alcuni dei rossetti descritti nell'altro post) il che è un vantaggio.
Io ho alcuni Supergloss, Double Touch e matitoni. Metto tutti questi prodotti nella stessa categoria solo perchè i Double Touch e i matitoni non li considero rossetti veri e propri, come spiegherò man mano.


I Supergloss che ho sono, in ordine: #101, #103, #107 e #108.


7 febbraio 2010

KIKO - i rossetti: prima review

E dagli occhi passiamo alle labbra.
Non sono mai stata una maniaca dei rossetti in genere, anche se mi sono sempre piaciuti. Io sono una che dà sempre molto spazio agli occhi, quindi sono abituata a colori chiari, nudi, naturali. Però da un po' di mesi mi sono avvicinata molto anche ad altri colori scuri, forti, brillanti, vistosi che prima mettevo solo per gioco invece che per uscire. Ho ancora difficoltà ad indossarli, specialmente con persone che conosco e che di trucco non ci capiscono nulla, però ci provo pian piano. Purtroppo per portare colori appariscenti serve coraggio, autostima e anche classe, perchè no. Io, non so voi, quanto ad autostima sono messa davvero davvero male.


I primi colori che voglio mostrare rientrano, per me, nella categoria portabili. Sono in ordine il #37, #57 e #59 e fanno parte degli Smart Lipstick.



KIKO - gli ombretti: prima review parte seconda!

Rieccoci qui!
Pronta per gli ultimi ombretti, se escludiamo quelli della collezione Posh Couture e Out Of This World.
Cominciamo!!!


#44, #49 e #56


1 febbraio 2010

KIKO - gli ombretti: prima review

La prima volta che ho visto un negozio Kiko è stato...probabilmente secoli fa. Ma ammetto che non ho mai prestato molta attenzione, come sempre succede quando non si conosce qualcosa. Ed ho fatto male, malissimo!
Passano gli anni, le abitudini cambiano ed eccomi qua...una delle fans più scatenate di questo brand! Specialmente da quando ha aperto il negozio online.
Sì, perchè non avendo un punto vendita proprio dietro l'angolo era da tempo che aspettavo l'apertura dello store. Senza contare che adoro fare spese in modo virtuale, non chiedetemi perchè!
Diciamo che la visita ufficiale dalla Signora Kiko (non so perchè me l'immagino al femminile) è stata d'estate, a Valmontone. Premetto che non amo la confusione, i posti troppo affollati, quindi pensavo di morire...anche se per una giusta causa. E se non fossi morta per l'asfissia, mi avrebbe uccisa il mio povero fidanzato, che si è reso una volta tanto martire per la scienza -come diciamo io ed una mia cara amica- portandomi in questo centro di perdizione totale. Ok, interessava anche a lui sbirciare qua e là, ma le ragioni principali del viaggetto eravamo io e il mio portafogli.
Tornando in tema...Stranamente il centro commerciale era vuoto! Ci saranno state in tutto una ventina di persone, noi compresi. Il paradiso! Piano piano mi sono avvicinata alla meta...apriti cielo! Una miriade di colori ovunque e soprattutto nessuno che mi disturbava, commessa (gentilissima e simpaticissima) compresa.
Ho dato uno sguardo generale e poi, borsina Kiko in mano, ho cominciato a prendere le cose che mi interessavano. Chiaramente col fidanzato che mi diceva: "Massì, prendi anche questo...e questo...e quell'altro!" infilando il tutto nella borsa. Tanto i soldi erano i miei!
La volta successiva che sono stata in negozio, altrove, ero con mia madre. Penso sia stata l'ultima volta, perchè in seguito ho solo acquistato online.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate

10