25 febbraio 2010

KIKO - Smalti: prima review

Eh sì, come potevo non citare anche gli smalti!?
Quando li ho visti esposti per la prima volta non sapevo da dove cominciare! Ero indecisa tra mettermi le mani nei capelli o mettere le mani ovunque e comprare tutto il negozio...
Un mondo di colori bellissimi! E soprattutto, come sappiamo, a bassi costi! Non saranno smalti ai livelli delle famose OPI, o China Glaze, o Zoya, ok, ma sono dei signori smalti secondo me. Direi che se la cavano abbastanza bene! Specie adesso che sono nati nuovi colori.
Cominciamo con le informazioni generali: ogni boccetta costa esattamente 3,90 euro, tranne per le edizioni limitate che costano poco più; il contenuto è di 11ml. Facendo un paragone...se siete familiari con gli smaltini Sephora, Mavala, Pupa ecc. direi che c'è una bella differenza! Questi che ho citato contengono in media 5ml di prodotto e costano 5 euro circa. Come qualità...dipende: alcuni sono belli sia per il colore, che per la stesura, che per il fatto di asciugare in fretta e così via, quindi si può chiudere un occhio. Ma altri, e ne parlerò, non vale la pena prenderli avendo a disposizione quelli Kiko. Sempre il mio parere personale; ciò che funziona per me non è detto vada a genio a tutti, mi raccomando!
Sul sito sono venduti gli smalti più nuovi, riconoscibili da un paio di cose: la scritta sul flaconcino non è più nera, come in quelli vecchi, ma bianca e la numerazione non comincia con "1" ma con "2" e va in ordine progressivo.

Quanto alle vecchie colorazioni io ne ho alcune, ma ci sono un paio di smalti che mi sono proprio persa perchè non c'erano più da tanto, ovvero il celeste-puffo chiaro e un verde petrolio stupendi (ma sicuramente non saranno gli unici). Se sapete dove trovarli fatemi un fischio! Altrimenti prego Kiko di riportare questi colori in vita!!!
Quanto alla formulazione, varia da smalto a smalto, quindi ne parlo man mano. Per finire, ovviamente esistono finish diversi. Sono tantissimi gli smalti sbrilluccicosi, ora sono stati aggiunti anche dei colori matte (che io chiamo opachi perchè i matte veri ritengo siano altri - vedere colori OPI, Zoya), ci sono gli Sparkle, quelli per la french manicure, i perlati e ovviamente la gamma dei curativi+basi.
Per semplificare la vita a tutti dico subito che come base coat e top coat uso due smalti Revlon molto validi, quelli con le scritte rispettivamente nera e rossa sulla boccetta, ma ho recentemente comprato lo Shiny top coat di Kiko e mi ci trovo bene. Lucida tantissimo! L'unica pecca è che trasferisce un po' il colore dello smalto sul pennellino, anche se lo smalto è perfettamente asciutto. Quindi le cose sono due: o cambiano la formula, oppure prima o poi proverò il famosissimo Seche Vite.




Passiamo ai colori veri e propri!
Comincio con la vecchia collezione. Quel poco che ho è stato comprato la scorsa estate, in saldo, quindi diciamo che erano delle rimanenze perchè già erano in negozio altri colori nuovi.
In ordine:

#100: trasparente. Molto semplice. Non è specificato l'uso, ma secondo me va bene sia come base, che come top coat, che anche per creare nuovi smalti usando pigmenti o altri colori che non vi piacciono.

#103: rosa pallido per la french, come dice la boccetta. L'ho preso non tanto per la french, che non faccio mai, credo mi stia malissimo e odio quando fa l'effetto da...vabbè...evitiamo! Dicevo..non tanto per la french, quanto perchè è un colore universale molto bello, opaco, che va bene anche da solo specie se devo minimizzare le unghie non perfette. Sperimentato, due passate sono abbastanza.

#122: questo è un bel rosa che vira leggermente al corallo, pieno zeppo di sbrillini dorati ma non solo. Molto chiaro, quindi con una passata non si ottiene il colore della boccetta. Ma si vede comunque, riflette tantissimo la luce.

#138: un altro smalto per la french che io non ho adibito a tale scopo! Sembra una via di mezzo fra un rosa più pallido del #103 e un bianco latte, con in più un quintale di sbrillini dorati. Questi sbrillini che ho nominato anche prima sono come delle perlescenze, non si tratta di glitter veri e propri come sono presenti invece in altri smalti. Buonissimo anche da solo, testato sempre con due passate ma si vede anche con una. Sta a voi la scelta.

#158: verdino moscio frost. Questo è un colore che mi fa venire in mente la primavera, in un certo senso. Molto carino e delicato, ma con due lati negativi abbastanza forti per me: uno è la stesura e l'altro il colore effettivo. Quanto alla prima, la trovo un po' difficoltosa perchè se non sto attenta lascia delle striature che per quanto ridotte sono orrende; quanto al secondo, per ottenere il colore della boccetta servono ALMENO tre passate, è veramente chiarissimo. Se vi piace il gioco di questi colori in controluce però va bene con le due classiche. A me, personalmente, piace che non si veda la riga della mia unghia sotto allo smalto.

#163: bellissimo avorio glitterato, quasi oro. Direi che a paragone con gli altri, in questo smalto i glitter sono ben evidenti! Da solo non l'ho mai usato, ma passato sopra ad altri colori crea un effetto favoloso!!! Un po' come gli effetti della CND, se vogliamo allargarci coi paragoni, il metodo è quello (e sottolineo metodo, non sia mai che qualcuno mi dia della pazza perchè faccio questi paragoni, io che la CND la vedo solo dal computer di casa..) Se potete ancora arraffarlo, correte!

#168: questo è uno smalto particolarissimo. Si tratta di una base chiara, trasparente direi, con dentro una miriade di glitterini e glitteroni viola e riflettenti verde, rosso, blu e non so che altro. Io lo uso soltanto sopra ad altri colori o come decorazione, ma con pazienza si può usare anche da solo. C'era anche blu, dorato e forse anche in altre tonalità che ovviamente ho perso. Kiko, ti prego, ridacceli!!!

#173: ultimo smalto della vecchia serie, un rosino tenue tendente al salmone, perlatissimo e luminosissimo! Lo vedo bene su chiunque! Un altro colore universale che io uso poco perchè tendo a sfruttare i colori accesi...e faccio male!









I prossimi sono gli smalti della prima nuova serie, chiamiamola così, mentre per ultimi verranno i più nuovi usciti qualche giorno fa.
In ordine:

#203: bianco punte. Trattasi di uno smalto bianco che più bianco non si può, con pennellino diverso dagli altri, ovvero in stile nail art. Dal nome è intuibile che questo speciale pennellino sia adatto a fare la parte bianca della french (duh!), ma non è questo il motivo per cui l'ho acquistato. Semplicemente non avevo un bel bianco opaco, nè un pennellino di questo genere per decorare le unghie con stupidi disegnini. Ho preso due piccioni con una fava!!!

#237: rosso glitter Sparkle Touch (da ora ST). Eccolo, il primo dei miei mitici ST!!! Sono essenzialmente smalti con base colorata chiarissima, in questo caso rossiccia, colmi di glitter colorati, in questo caso dorati, che si possono utilizzare sia da soli che come top coat per abbellire o rendere particolare un altro smalto. Ovviamente essendo formulati in questo modo NON hanno la stessa coprenza di uno smalto normale, quindi non vi stupite se alla milionesima passata sono ancora un po' trasparenti. Il rosso l'ho provato su un nero opaco, un rosso e altri colori...è bellissimo!

#244: rosso prugna scuro. Sono quasi sicura che il numero sia esatto. Non avendo gli smalti sotto mano mi baso sulla numerazione del sito. Dalla foto purtroppo sembra nero, ma non lo è affatto. Anche in questo caso il nome è azzeccatissimo! Un rosso prugna scuro, anche se a me ricorda perfettamente un rosso ciliegia scurissimo, non so se avete presente. Opaco, due passate sono più che sufficienti. Secondo me è anche molto elegante.

#251: rosa peonia. Ok, su questo colore sono stata indecisa fino all'ultimo in negozio. Non ho mai amato molto i colori come questo o i rossi, specie sulle mie unghie, non so perchè. Li ho sempre considerati un po' troppo per i miei gusti fino a quando un bel giorno mi sono detta: "Mì...ma porti colori come il viola, il blu, il nero...e ti vergogni a mettere un bel rosso o un bel rosa acceso!?". Non ho mai compreso il motivo, ma questi colori spaventano e necessitano di parecchia confidenza per portarli, almeno nel mio caso. E parlo anche di rossetti. Tornando in tema...per questi motivi non ero molto convinta dell'acquisto, ma il mio fidanzato ha gentilmente schiaffato lo smalto in questione nella borsina Kiko dicendo: "Massì, compralo!" come a dire "Basta che ti dai una mossa, voglio uscire da qua dentro!!!". Beh, non poteva andarmi meglio! Dal giorno in cui ho provato questo colore fantastico sulle unghie, ho cominciato ad indossarne anche altri simili, rossi inclusi! Se fate caso è un rosa molto acceso, con perlescenze argentate e tendente al blu...con sottotono blu, ecco. Fa molto barbie, in senso buono, non mi è mai successo di trovare un rosa di questo genere che non mi facesse sentire inadeguata quando lo indossavo. Mai! Kiko ha fatto il miracolo.
Ah! Un paio di passate e siete pronte!

#253: magenta. Uno dei miei preferiti in assoluto. E guarda caso si tratta sempre di un colore sul rosa...
Questo è più scuro e meno fluo del precedente, non è opaco ma non ha la stessa perlescenza degli altri e soprattutto ha dei riflessi blu meravogliosi. Chi ce l'ha me lo confermi! Lo indosserei sempre, ma ho solo venti dita da poter usare e mille colori da provare. Penso che lo finirò prestissimo. Con una passata è gia coprente.

#261: perla ametista ST. Il mio ST preferito. Lo vedete quant'è bello!? Un rosa freddo chiarissimo con tanti sbrillini rosa e blu. L'utilizzo è il medesimo descritto per il rosso. E una mia amica mi ha confessato di averlo usato sopra il bianco della french.

#262: viola blu. Lo ammetto, questo è un regalo. O meglio, una parte del premio per un concorso che vinsi tempo fa. La ragazza che me l'ha mandato non poteva fare di meglio. Se non me l'avesse mandato lei, l'avrei ordinato io. Si tratta di un bel viola con sbrillini viola e blu, che a seconda della luce cambia colore e diventa...blu! Due smalti in uno, insomma! E si abbina benissimo con un paio di orecchini che avevo comprato da Bijou Brigitte.

#264: viola nero. Sono ancora indecisa sul fatto che mi piaccia o meno, ma era da tanto tempo che lo desideravo e alla fine ho ceduto. Sostanzialmente è una base nerissima con in mezzo del viola e tanti sbrillini sempre viola. Una passata è sufficiente. Il problema con questo colore è che non riesco a mettere in risalto il viola; da lontano, ma forse anche da vicino, sembra nero e basta. Devo porre rimedio a questa cosa. Per il resto però non mi lamento.










#265: blu china. Che dire...un blu scurissimo, perlato, che mi ricorda parecchio il Blue Satin di Chanel (che ho). Si stende bene anche lui, con un paio di passate il colore è decisamente intenso e perfetto. A dire il vero io lo preferisco a quello di Chanel, che infatti uso per le marble o per le decorazioni. Sacrilegio?

#266: blu oltremare. SEMBRA identico al precedente, ma non lo è, ovviamente. Sempre blu scuro, ma è un filino più chiaro del blu china. Anch'esso perlato e la base è proprio blu (nell'altro mi viene il dubbio che sia nera, non avendolo davanti). Se non avete esigenze particolari o non siete esaurite come me, uno vale l'altro.

#267: azzurro. Allora, questo smalto non esprime il mio concetto di azzurro, ma resta ugualmente un colore bellissimo e particolare. Sempre perlato, di qualche tonalità più chiaro del precedente, se la cava con un paio di passate e lo trovo un colore adatto sia alle fredde giornate invernali, che alle serate estive. Penso che abbinato a una qualche decorazione sull'argento farebbe una discreta figura.

#268: verde lime. Sì, il nome lo trovo corretto anche questa volta. Perlatissimo anche lui, con perlescenze argentee. Rispetto al verde moscio della vecchia serie è più intenso, anche se servono almeno un paio di passate per ottenere il colore della boccetta. E anche la stesura è migliore. Bello, ma non lo trovo indispensabilissimo. Sarà che l'altro mi aveva traumatizzata in male.

#269: giallo microglitter. Questo è stato definito dal mio fidanzato come "Lo smalto di Nonna Papera!". E in effetti...come dargli torto!? Anche a me sembra un giallo papera, tendente leggermente all'aranciato per intenderci, causa glitter. Molto chiaro, quindi solito discorso...servono almeno tre passate altrimenti non risulta come nella boccettina. Però...ha qualcosa che mi piace. Sarà il colore, sarà il mix con i glitter...ma a me del fatto che si debba passare più e più volte non importa! E poi lo posso sempre usare sopra ad altri colori, come sempre.

#275: nero. E basta. Bello, lucido, opaco. Niente da eccepire. Anche questo lo preferisco al mio Black Satin di Chanel. Avrò beccato gli unici smalti sbagliati, ma quelli Chanel sono diventati densissimi dopo pochi usi. E io non avevo ancora un...fluidificante per lo smalto, o come diavolo si chiama. Un nail thinner, insomma.





I prossimi sarebbero i Galactic Nail Lacquer, ma essendo parte della collezione natalizia ne parlerò in un post a parte. Anche perchè per via del tappo specchiato le foto sono venute malissimo!
Quindi direi che possiamo proseguire, FINALMENTE, con i nuovi smalti!!!

#277: mirtillo glitter. Questo colore è stupendo. Rosso fuoco, vivace, pieno di glitter, fa molto natale. Il problema, chiamiamolo così, che mi sono posta è: ha la stessa numerazione del Galactic rosso! Non è che sono uguali!? (Stesso discorso per il viola, fra l'altro...). In tal caso, poco male. Vorrà dire che avrò fatto scorta senza saperlo. Con una passata sola il colore non è bello pieno, quindi abbondiamo!

#278: viola orchidea microglitter. Vedere commento sul #277. Anche per la coprenza.

#279: giallo. Questo è il giallo che volevo io! Non so se avete presente il giallo L'Oreal uscito quest'estate, opaco. Ecco, identico ma costa meno della metà! Cremoso, con un paio di passate mi dà un bell'effetto. Direi che si presta sia da solo che combinato con altri colori.

#280: arancione. Opaco anche questo, stesso discorso del giallo. Mi ricorda proprio il colore del frutto! Ho un arancione opaco anche di Sephora, ma siamo sempre lì...ce n'è poco e costa troppo per i miei gusti. Ora che c'è, penso che opterò direttamente per Kiko quando finirà.

#281: mango. Uno dei colori che più mi attiravano fra i nuovi smalti. L'anno scorso rimasi a bocca aperta nel guardare un ombretto color mango, appunto, nel video di una ragazza. Da allora ho sempre cercato un colore del genere, che fosse un ombretto, uno smalto, un blush...ma non c'era. Quindi non ho resistito e me lo sono preso. Non saprei definirlo con esattezza...sembra un arancione misto a del rosa acceso, a del rosso geranio. Non so, particolare, molto bello.

#282: rosa corallo. Come sempre il nome descrive il colore alla perfezione. Bellissimo rosa corallo, acceso; se ricordate il rosa corallo della prima serie di smalti, questo è della stessa gamma ma opaco, niente sbrillini, cremoso, vivace. Soprattutto, anche se dalle foto non sembra, è diverso dagli altri rosa che sto per descrivere.

#283: rosa corallo scuro. Niente da aggiungere, è di qualche tonalità più scuro rispetto al precedente. Non specifico ogni volta le passate necessarie perchè non ho ancora provato sulle mie unghie tutti i colori, ma ad occhio due vanno più che bene per me.

#288: rosa fenicottero. Questo lo indosso proprio adesso ed è stupendo. Lo so, lo dico praticamente per qualsiasi colore, ma devo dire che Kiko ha fatto colpo con le nuove tonalità! Diciamo che è la versione barbie del #251, più chiaro e opaco però. Se cercate qualche foto fatta bene dei fenicotteri rosa, vi renderete conto che lo smalto è identico. Ne ho fatte due passate e senza top coat è ancora intatto dopo tre giorni. Considerate anche che io ho sempre le mani in acqua tra pulire casa e lavare i piatti. Non c'è male!

#289: rosa fenicottero scuro. Come per il rosa corallo scuro, stessa gamma di colore con tonalità differente.


Ripeto, dalle foto ora come ora i colori non si vedono benissimo, almeno questi che virano sulle tonalità del rosa-arancione e simili. Portate pazienza, man mano che li indosserò scatterò foto nuove di modo da mostrarli al meglio. Intanto ne aggiungo una in cui si veda il #288.








Ecco il fenicottero:




Proseguo con la gamma che va dal viola, al blu, verde e così via.

#290: magenta scuro. Diventerà uno dei miei must haves come lo è diventato nel tempo il magenta #253. Anche qui, tonalità più scura ma a differenza del suo fratellino non ci sono riflessi o perlescenze di alcun tipo. Semplicemente opaco.

#291: rosa orchidea. Ce l'avete la Smart Lip Pencil di Kiko #205? No?! Beh, questo smalto è la copia del colore della matita, solo leggermente più scuro. Dalla foto col flash sembra un vinaccia, ma non lo è, tende molto al violaceo e non al rossiccio.

#292: uva chiaro. A chi cerca da tempo un viola opaco, deciso, brillante, io lo consiglio perchè è carinissimo! Io amo il viola, anche se non è il mio colore preferito in assoluto, ma ho sempre e solo trovato viola con glitter, viola perlati, viola sbrilluccicosi in tutte le forme. MAI un bel viola opaco senza troppe pretese. Ci ha pensato Kiko, anche questa volta. Ve lo consiglio!

#293: viola del pensiero. Questo è un viola diverso. Per cominciare è più scuro del precedente e poi noterete che tende leggermente al blu. Tant'è che se, come al solito, cercate una bella foto del medesimo fiore, vedrete che si tratta di un viola-blu davvero incantevole. Non ho avuto moda di controllare, ma per buttarla lì mi viene da pensare che sia un colore simile all'ombretto #41...

#294: blu indaco. Eccomi! Ci sono! Presente!!! Questo è uno dei MIEI colori! Se potessi ne farei scorta fino ad esserne sommersa! Lo vedete quant'è bello!? Ora...sul nome non mi so esprimere molto perchè io per indaco ho sempre inteso una specie di viola-blu, come il colore precedente, più o meno. Questo invece è un blu acceso che forse di indaco ha una minima minima parte. Dovrei vedermelo indossato per decidere da che parte sta. Anche se alla fine...chi se ne importa!? Mi piace, indipendentemente dal nome.

#295: azzurro ceruleo. Uno smalto color del cielo. O se preferite...color puffo! Lo adoro! Ne ho uno simile di Layla (lo vedrete prima o poi) che però è lievemente perlato, invece questo è cielo sereno opaco senza sbrillini. Perfetto.






#296: verde prato. Secondo me hanno preso gli ombretti e li hanno tramutati in smalti. Questo mi ricorda tantissimo l'ombretto verde prato matte! Brillante, intenso, sempre opaco (avranno finalmente accolto le numerose richieste che gridavano "BASTA CON QUESTI GLITTER!!!"). Sembra l'erba di un prato fresca di rugiada.

#297: verde acido. Un verde tendente al giallo, più chiaro del precedente. Quando ho letto il nome mi è venuto subito in mente il famoso Bitter di MAC. Io conosco i colori solo dalle foto, dal momento che di MAC non ho nulla, ma mi sembra paragonabile come gamma di colore, no? Il concetto è quello...

#298: turchese microglitter. Altro colore stupendo. L'ho preso per un motivo: immagino, non avendolo ancora testato, che a livello di coprenza non bastino un paio di passate, specialmente perchè il colore è così chiaro. MA c'è un ma. Quest'estate ho fortunatamente trovato due smaltini Mavala sui toni dell'azzurrino, celeste, uno si chiama Baby Blue e l'altro qualcosa come Tropique. Il problema qual è? Il Tropique se la cava, anche se lo facevo più coprente, ma il Baby Blue è un suicidio! Un colore veramente bellino e delicato, ma per farlo apparire come nella microscopica boccetta (che costa la bellezza di 5 euro) servono mille passate! Allora mi sono detta che potevo usarlo come top coat su altre tonalità. Bene, il turchese Kiko non è esattamente dello stesso colore, ma sono certa delle solite due cose: costa meno e mi dura più tempo. E tanto basta. Ovviamente come dice il nome non è opaco.

#299: verde ardesia scuro perlato. Probabilmente dal sito non si nota, e magari nemmeno dalla fotografia, ma questo colore e il successivo sono diversi. Questo è un verdone scuro e con delle perlescenze sempre sul verde, e dalla foto a me sembrano anche blu. Ve le ricordate le lavagne a scuola? Quelle su cui si scriveva con i mitici gessetti? Ecco. L'ardesia viene utilizzata, fra le varie cose, anche per fabbricare le lavagne. Ed esiste di diversi colori, fra cui il verde! Non ho qui lo smalto ora, altrimenti controllerei se la base è nera, perchè a vederlo così è scurissimo. Ve lo immaginate con sopra il turchese oppure l'oro glitterato? Da sperimentare al più presto!

#300: verde malachite perlato. Un'altra tonalità di verde. Rispetto al #299 è più vivace, un po' più chiaro, come il minerale da cui prende il nome. Ha delle perlescenze che vanno dal verde all'argento. Anche qui urge sperimentare con un top coat!

#302: orchidea perlato. Simile al #291, un po' più scuro, con perlescenze che ora non vedo ma mi sembrano dare sul viola, rosa acceso o rosso e sicuramente anche altro. Spero che per questo e i due verdi sopra bastino un paio di passate, anche se ho notato che il problema della pigmentazione nasce soprattutto con gli smalti glitterati, più che perlati.




Considerazioni generali:

io non ho la possibilità di spendere tanti soldi per un solo smalto, tant'è che gli unici due Chanel che ho, e che non mi piacciono nemmeno così tanto, li ho presi anni fa in un momento di follia, perchè non avevo ancora trovato in giro un bel blu e un nero opaco che restasse bello lucido. Adesso come adesso direi che per me e le mie esigenze (usare tanti colori, cambiare spesso lo smalto, fare decorazioni e così via) Kiko è una buonissima alternativa. Offre una vastissima gamma di colori uno più bello dell'altro, con finish diversi adatti a tutti i gusti, specialmente ora che sono nate tutte queste tonalità opache, prima quasi inesistenti.
Ripeto, non saranno smalti a livello di altre marche prestigiose -che qui poi ci fanno pagare più del doppio di quel che costano realmente- e mancano ancora finiture e tonalità che altri hanno (grigio, talpa, matte, satinato, neon e altri) ma non direi proprio che sono da buttare, tutt'altro!
Con questo non escludo un giorno di poter confrontare Kiko con altri brand, se avrò modo di provare anche i loro prodotti.

Un altro paio di cose e poi GIURO che ho finito!
Visto che restiamo in ambito di unghie, volevo spendere qualche parola per le salviettine (nail polish remover wipes), la penna per la french, il fixer e il solvente. Premetto che non posto le foto perchè non ne ho fatte ma soprattutto perchè i prodotti sono visibili in modo chiaro dal sito.
Le salviettine: sono 15, se non erro, e arrivano dentro a un barattolino di plastica, esattamente come mostra la foto. Fate conto che avranno la grandezza di un dischetto di cotone. Non contengono acetone, il che è un bene per le unghie...ma...c'è sempre un ma. Le comprai per comodità, essendo così piccole sono facili da portare in giro - non si sa mai nella vita...
...Quello a cui non avevo pensato, perchè non ne ero a conoscenza, è che sono parecchio untuose. Innanzitutto sarò io incapace ma non mi è MAI successo di riuscire ad usarne una sola per rimuovere gli smalti scuri, che sono quelli che uso più spesso (per scuro intendo anche colori vivaci); ma poi anche volendo...ungono. Da un lato è un bene, le unghie e le cuticole si idratano e si ammorbidiscono...ma dall'altro lato come posso portarmi in giro qualcosa che mi imbratta le mani? Sono ancora indecisa, non so se esprimere un parere positivo o negativo, non so se le voglio riprovare o meno. Che dite?
La penna per la french è un altro tasto un po' così così. Un'idea simpaticissima che, secondo me, andrebbe modificata e sviluppata. Quello che non mi fa impazzire è la punta della penna, stile uniposca, perchè la trovo un po' grande. So che è una cosa adibita alla french, ma una punta diversa che permettesse la decorazione non mi sarebbe affatto dispiaciuta! Una via di mezzo fra questo e gli smalti per decorazione, non so come spiegarmi. Chissà se usciranno anche altri colori in futuro...
Quanto al Fixer...compratelo! Giusto qualche mese fa, prima dell'estate, ero in cerca di un qualcosa che mi aiutasse a far asciugare lo smalto più in fretta. Avendo constatato che Mavala voleva un rene per il suo fixer, ho deciso di provare qualcosa che mi ricordava il Seche Vite, ovvero il top coat di Revlon che nominavo all'inizio del post. In teoria svolge due funzioni in una: è uno smalto trasparente che lucida il colore e lo aiuta ad asciugare. Ma non so come mai non mi ha soddisfatta al 100%. Poi Kiko è arrivata con questo e...apriti cielo! Al solito, costa un po' meno di altri prodotti di questo genere, e poi funziona. So che a tante persone Kiko non piace da impazzire, è una cosa molto soggettiva, ma io dopo il fixer ci vado pazza più di prima! La cosa più bella, a parte la confezione bianca col tappo specchiato che sembra una mini lacca, è che profuma di buono! Non ho idea di cosa profumino -o puzzino- gli altri fixer, ma questo è buonissimo. Sicuramente lo ricomprerò appena starà per finirmi.
In ultimo, il solvente: non contenendo acetone, come le salviettine, è davvero delicato...ma non so se la cosa mi piace. Positivo per la vita delle mie unghiette, già disperate di loro, ma per togliere lo smalto ci metto un secolo e mezzo. Comunque è poco che lo uso e devo ancora finire tutto il flacone, quindi avrò modo di ricredermi (o eventualmente di confermare il mio pensiero).

Piccola nota: se avete smalti troppo secchi, impastati, non dico inutilizzabili ma quasi, vi consiglio apertamente il thinner di Mavala. Si presenta in un piccolo flaconcino con bocchetta a contagocce e costa sui 9-10 euro. Sembra tanto, ma se consideriamo che ne bastano un paio di gocce per i casi meno critici, vale davvero la pena! Fa miracoli! Resuscita i morti!!!
NON usate alcol o acetone perchè peggiorano la situazione; uno rende lo smalto troppo fluido e difficile da stendere, l'altro se pensate che servirebbe per togliere lo smalto...come potrebbe renderlo utilizzabile!? Senza contare la puzza e il fatto che bruciano in prossimità di pellicine o piccoli tagli. Quindi NO! Mi raccomando!

Appena posso mi metto in moto con swatches, decorazioni e quant'altro...un po' per volta ce la faccio! Ho anche un sacco di cose di cui parlare fra cui altri smalti (Collistar, Layla), make up vario (Collistar, Elf) e così via.
Grazie per la pazienza e a prestissimo!


XoXo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate

10