22 febbraio 2010

ELF - di tutto un po' part 1

Ho deciso che per cambiare, per non essere monotona, è arrivato il momento di parlare di altre marche oltre Kiko...
La marca di cui voglio parlare si chiama Elf: EyesLipsFace. Prima che venga fatta la domanda...sì, potete acquistare solo online da http://eyeslipsface.co.uk, il sito inglese responsabile anche per noi qui in Italia. Esiste anche un sito corrispondente italiano ma serve solo da traduzione per chi non conosce la lingua, quindi dal sito italiano -almeno per adesso- NON è possibile effettuare acquisti.
Prima di passare alla descrizione dei prodotti, spiego un altro paio di cose generali. Intanto, come vedrete dallo store virtuale, esistono varie linee di prodotti: Base, Minerale e Studio. La cosa che salta all'occhio è che, specie per i prodotti della linea Base, le confezioni sono ridotte all'osso. Questo rientra nel pensiero della casa cosmetica, spiegata dettagliatamente nella sezione FAQ del sito (italiano o inglese). In sostanza ci fanno pagare solo il prodotto, non la confezione che lo abbellisce ma contemporaneamente alza il prezzo.
Si parte da un minimo di £1,50 in su, ma se non erro la cosa più costosa è il kit pennelli della linea Studio (£35), che insieme alla linea Minerale è leggermente più costosa del resto.
La spedizione avviene in due modi, uno più costoso e uno meno; ovviamente il primo metodo è anche il più sicuro in quanto arriverà una bella raccomandata ed eviteremo che disgraziatamente il pacco vada smarrito per ragioni occulte...
Potete sempre seguire la pagina Facebook, spesso lanciano delle promozioni al raggiungimento di una certa soglia di fans, a volte la spedizione gratis, a volte un prodotto in omaggio e così via. Approfitto per dire che anche Kiko da poco ha aperto una pagina su Facebook, oltre all'altra fondata dalle fans.
Sono tutti molto disponibili a risolvere problemi riguardanti gli ordini e rispondono a qualsiasi dubbio abbiate. Se vi serve una mano, non esistate a scrivere!


I primi prodotti da cui voglio cominciare sono i pennelli.
Della linea Base ho deciso di comprare mesi fa l'ormai famosissimo eye blending brush, pennellino per sfumare. A dire il vero ne ho preso un altro poco più in là, effettuando un secondo ordine, tanto ne sono rimasta contenta.
Innanzitutto si distingue dai pennelli della linea Studio perchè ha il manico di colore bianco, come tutti i suoi "fratellini". Comparato ad esempio al n.13 di Sephora è molto più denso e compatto, più corto e pieno, il che comporta diverse cose: riesce a catturare una quantità maggiore di prodotto, di conseguenza l'applicazione del colore è più intensa, è più adatto a chi ha gli occhi piccoli (il n.13 di Sephora spesso viene messo da parte da chi ha poco spazio fra la palpebra e l'arcata sopraccigliare), molto molto morbido e a me personalmente dà una maggiore sensazione di controllo proprio per la forma che ha, perchè diffonde in modo più uniforme il colore. Tutto dipende da come vogliamo utilizzare i colori. Inoltre il manico è molto lungo, il che lo rende facile da impugnare.
E la cosa più bella è che costa solo poco più di due euro!!!
Personalmente lo sfrutto molto anche per applicare l'illuminante sull'arcata sopraccigliare.

Quanto ai pennelli della linea Studio ho: C brush, Contour brush, Powder brush, Complexion brush.
Tutti hanno il classico manico nero, sempre con impugnatura lunga e sono più professionali e ben fatti rispetto alla linea Base (premetto che non ho testato altri pennelli di quest'ultima, ma dalle review e dalle foto non mi sembrano granchè momenataneamente). Le setole sono nere e sintetiche, mentre per la linea Base sono marroni ma penso siano naturali.

C brush: classico pennello di forma ovoidale, arrotondato, per applicazione di ombretti ma non solo. Compatto, denso, preleva più prodotto rispetto a un pennello da ombretto morbido, le setole non sono estremamente lunghe. Abbastanza grande, quindi con una passata andate già a coprire tutta la palpebra in modo uniforme. Anche questo è comodo per l'arcata ed essendo piatto di profilo volendo è sfruttabile di punta per la linea delle ciglia inferiori. Io poi lo uso a volte anche per l'applicazione dell'illuminante sugli zigomi.

Contour brush: piccolo pennello a penna. La dimensione delle setole dovrebbe essere all'incirca identica al pennello doppio di Sephora penna-eyeliner, quello viola per capirci. Morbido come gli altri, di precisione in quanto essendo notevolmente più piccolo del blending brush si appoggia perfettamente sulla piega dell'occhio, nel punto esatto che decidiamo noi. Essendo leggermente a punta, aiuta a depositare il colore in una determinata area. Adatto, secondo me, anche per l'angolo interno dell'occhio oppure per la linea delle ciglia inferiori se vogliamo creare, ad esempio, uno smokey un po' più pesante. Per chi ha gli occhi estremamente piccoli va bene anche come blending brush, ma ci vuole tempo per sfumare per bene il prodotto. La differenza la fa il risultato!

Powder brush: questo pennellone è da viso e lo caratterizza il fatto di avere la punta tagliata, quindi di essere a sezione piatta. Non fatevi ingannare dal nome, l'ho provato in mille modi e non è detto che vada bene solo per le polveri in genere. L'uso principale che ne faccio io è per l'applicazione di ciprie/fondi -specie se minerali- o blush, ma ho da poco scoperto con mia grande sorpresa che si può usare anche per i fondi liquidi. Non è proprio adibito a questo, ma con un po' di pazienza si prende la mano e il risultato finale è buono. A me piace!
Metto un po' di fondotinta sul dorso della mano e appoggio delicatamente le setole del pennello così da prelevare il prodotto, senza però che si depositi all'interno delle setole stesse. Poi tampono sul viso, come se usassi uno stippling brush, e dopodichè faccio in modo che l'applicazione sia uniforme con dei piccoli movimenti circolari molto leggeri. [aggiornamento: provato varie volte rispetto a quando ho scritto il post. decisamente APPROVATO! applicazione perfetta!!!]
Con i fondi minerali la questione è decisamente meno spinosa; l'unica osservazione che mi sento di fare è che essendo le setole non densissime ma nemmeno sparse, al solito verrà prelevata una quantità maggiore di prodotto. Basta regolarsi in base alla coprenza che si vuole ottenere. Stesso discorso per blush e ciprie.

Complexion brush: a differenza del precedente, questo è meno denso e teoricamente dovrebbe essere un pennellone da cipria. Di nuovo, dipende dai gusti personali: per me è sia da cipria che da blush, ma non lo trovo adatto per i fondi di qualsiasi tipologia siano. Dà una stesura del colore più leggera e volendo si può usare anche per un leggero contouring, dal momento che visto di lato è sufficientemente piatto. Come tutti i pennelli da viso di questa linea ha il manico più corto e tozzo rispetto ai pennelli da occhi. Ovviamente su tutti i pennelli è visibile il logo della casa cosmetica e al momento in cui li riceverete arriveranno sigillati nelle loro belle bustine di plastica rigida, con tanto di cartoncino esplicativo. Mi raccomando, lavateli sempre prima di usarli per la prima volta! E chiaramente eseguite anche una pulizia giornaliera con le lozioni specifiche disinfettanti, più una pulizia profonda con shampoo ogni...due settimane direi. Più avanti ne parlerò in dettaglio.


Qui il C brush, primo in alto (gli altri sono pennelli Sephora di cui parlerò prossimamente):




Contour brush insieme ai due blending brush:




Powder brush:




Complexion brush:




Sempre dalla linea base ho deciso di comprare altre cosine, nello specifico due palettine per occhi, gli stencil per sopracciglia e le ciglia finte.
Le palettine sono Punk Funk e Nymph Dreams. La prima comprende un bianco con riflessi rosati, un viola matte, un blu sempre matte e un rosa acceso come satinato, con dei piccolissimi sbrillini...mi ricorda vagamente il #76 Kiko. L'altra comprende un giallo oro molto bello, un verde brillante, un bronzo e una specie di marrone tendente al verde...questi ultimi due colori non so come altro descriverli...
Che dire...Le confezioni rispettano la filosofia elf, sono semplicissime e così piccole si adattano ad essere portate in giro comodamente, un po' come tutti i prodotti di questa compagnia. Quanto a colore dal mio punto di vista non ci siamo.
Punk Funk l'avevo presa perchè mi piacevano i colori accesi e il fatto che ci fossero un viola e un blu completamente matte, dato che -specie il blu- sono difficili da trovare in genere. Ma sono abbastanza delusa. L'unico colore pigmentato, non eccessivamente poi, è il rosa acceso. Per il resto, scrivenza zero. Per fare gli swatches di questa palette devo riconoscere di aver calcato molto la mano....anzi, le dita.
Nymph Dreams l'avevo presa invece perchè non ho colori di quel genere, in particolare non ho un color oro così (infatti a questo punto mi conviene prendere quello di truccominerale...). La scrivenza è migliore rispetto all'altra palette, ma non mi soddisfa in pieno.
Mi aspettavo qualcosa in più, anche perchè so che altre combinazioni di colore (come Drama) sono decisamente migliori di queste. Spero che riformulino presto gli ombretti perchè altrimenti meglio lasciar perdere! Va bene che costano pochissimo, però...








Gli stencil per sopracciglia mi rendono felice a seconda dei giorni.
Ogni confezione comprende quattro tipi di stencil in plastichina trasparente per creare quattro forme di sopracciglia diverse. E fin qui...
A differenza di tante persone li trovo abbastanza pratici, anche se li trovo troppo morbidi. La plastica non è rigida, quindi bisogna posizionarli bene e soprattutto tenerli bene, altrimenti si rischia di far danni.
Quanto alle forme, a me piacciono anche se è vero che la coda di tutti i modelli è troppo grossa. Per coda intendo la parte finale del sopracciglio, troppo spessa. Nel mio caso il problema è relativo in quanto il disegno si ferma un po' prima della mia coda naturale, quindi mi basta fare un prolungamento col pennello o la matita.
Tutto sommato, per pochissime sterline non mi trovo male.
Le ciglia finte, altro tasto dolente per tante persone. Ho due paia delle dramatic perchè uno è quello compreso nella confezione rosa, doppia, che contiene anche quelle incrociate con i glitter. Per ora, data la mancanza di colla DUO, ho provato solo le dramatic. E dico anche, creando sicuramente scandalo e orrore, di averle usate con la colla elf.
Le ciglia in sè le trovo molto carine! Danno un effetto veramente bello e la base sottilissima fa in modo che non si noti lo stacco netto con le ciglia vere. Sono anche facilissime da pulire: io uso semplicemente dello struccante con un po' di cotone oppure un po' (pochissimo!) d'olio di oliva. Quello per cucinare. So che non è obbligatorio, ma quando le ho usate ho sempre fatto una passata di mascara, dopo averle incurvate insieme alle mie, per mimetizzarle meglio.
La colla non è il massimo, sembra una pappetta bianca di non so che tipo, fa abbastanza impressione. Ma per quello che dovevo fare io, essenzialmente qualche foto, basta e avanza. Non la userei MAI per uscire perchè ho la certezza che si staccherebbe tutto nel giro di poco. Tanto per dare un'idea insomma.




Passati i primi scogli, possiamo proseguire con le cose più piacevoli. E qui entra in gioco la linea minerale, di cui ho deciso di acquistare la Mineral Booster, il primer e un paio di rossetti.
La Booster è una cipria finissima che tende al rosato (non ricordo se ci siano più colori a disposizione però), molto leggera che una volta indossata uniforma l'incarnato diventando completamente invisibile. Esiste in due formati, ma secondo me anche usandola tutti i giorni va bene quello più piccolo perchè ne serve poca e dura a lungo! Lo dico perchè ho anche una cipria di truccominerale che dopo un anno non è ancora arrivata a metà...Vero che non la uso sempre, ma quando la uso abbondo a volte, eppure è sempre lì!
Il primer arriva in un tubetto similissimo a quello di un normale gloss, con tanto di applicatore a spugnetta. La consistenza è molto leggera e cremosa, di un color carne che una volta steso nemmeno si nota. Si sfuma bene e al momento posso dire che è resistente quanto gli altri primer che ho (Artdeco e Too Faced). Thumbs up!
Infine i rossetti minerali. Ho acquistato le tonalità Runway Pink e Natural Nymph perchè sul sito i colori sono un po' falsati e mancano gli swatches, quindi dei colori naturali mi sembravano un buon compromesso. Il primo è un rosa antico chiaro e l'altro un colore nudo che più nudo non si può! Sono entrambi molto coprenti e pigmentati, cremosi, si stendono bene ma se non avete fatto lo scrub lasciate perdere perchè si infilano in qualsiasi piega trovino, morbidissimi, resistono a lungo e sono minerali 100%. L'unico difetto, a voler trovare il pelo nell'uovo, è che seccano un pochino le labbra...ma basta applicare un burrocacao o un gloss. Ne voglio altri! Ho già puntato il rosso ciliegia e il prugna...
Nel complesso la linea minerale, che costa un po' più della linea base, è approvata in tutto e per tutto. Oltre ai rossetti ho intenzione di provare presto anche le matite e i gloss!






Perdono, non ho ancora nessuna foto dei due rossetti minerali ma provvederò quanto prima!
Il prossimo post dedicato ad elf sarà tutto su alcuni miei prodotti della lina Studio!
A presto!


XoXo



AGGIORNAMENTO!
Trovate le foto dei rossetti minerali!!!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate

10